1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale
  3. Menu di Sezione
Logo Università Federico II
Immagine di testata

Contenuto della pagina

4 giugno 2012: un passo verso la rete del futuro

GARR-X: la nuova rete in fibra ottica dedicata alla comunità italiana dell'Università e della Ricerca

 
Il 4 giugno 2012 si è ufficialmente passati alla nuova rete nazionale GARR-X, la Next Generation Network nazionale per l'Università e la Ricerca.
La sinergia tra la rete metropolitana dell' Ateneo fridericiano e la rete GARR-X garantisce agli utenti un servizio di connettività all'avanguardia per l'ampiezza di banda disponibile, per la qualità del portafoglio servizi e per un efficace supporto alle attività di ricerca e formazione su tutto il territorio nazionale. L'intervento di migrazione alla nuova infrastruttura ha consentito, difatti, un ampliamento della banda a disposizione, aumentando la velocità di accesso alla rete:  X indica, appunto, la velocità di 10Gigabit per secondo con cui i dati possono viaggiare lungo il backbone nazionale.

Tale cambiamento abilita servizi ad alto valore aggiunto - grazie al controllo diretto dell'infrastruttura di rete da parte del GARR e, ove possibile, all'integrazione con le reti metropolitane e regionali per arrivare alla sede dell'utente finale in maniera ancora più capillare -, migliorando in maniera sostanziale la connettività verso la rete della ricerca ed aprendo la possibilità a nuovi ed importanti upgrade nell'imminente futuro. Con tali caratteristiche, la rete di nuova generazione favorisce il pieno inserimento della ricerca italiana nel tessuto dell'Area della Ricerca Europea.
 
Per coloro che non conoscessero ancora la funzione del GARR, spieghiamo meglio di cosa si tratta: c'è Internet che conosciamo tutti, poi c'è Garr (Gruppo per l'Armonizzazione delle Reti della Ricerca). La differenza tra le due è che internet è la rete commerciale offerta dai vari operatori di banda larga presenti sul mercato, GARR è una rete superveloce che connette oltre 600 punti di ricerca in tutta la Penisola.

Per maggiori informazioni, consultare il portale GARR all'indirizzo www.garr.it