1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale
  3. Menu di Sezione
Logo Università Federico II
Immagine di testata

Contenuto della pagina

Adeguamento IVA al 21%

 

In base al DL 13.8.2011 n.138 (c.d. 'Manovra di ferragosto') di cui è stata recentemente approvata in via definitiva la relativa legge di conversione, saranno introdotte importanti novità in materia di IVA.
La novità più significativa è sicuramente l'introduzione della nuova aliquota ordinaria  IVA del 21% che sostituirà l'attuale aliquota ordinaria IVA del 20%.
Dal momento che tale decreto entrerà effettivamente in vigore il giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della relativa legge di conversione, che è prevedibile possa avvenire nella giornata di domani, le nuove norme dovrebbero entrare effettivamente in vigore, all'atto pratico, a partire da LUNEDI' 19 SETTEMBRE.
 
Il CINECA sta predisponendo tutti i necessari aggiornamenti per gestire nel sistema CIA la nuova aliquota del 21% appena sarà confermata l'effettiva entrata in vigore della nuova norma, quindi, probabilmente, nella giornata di LUNEDI' 19 SETTEMBRE.  Dal momento che tale aggiornamento richiederà del tempo, non potrà essere reso disponibile immediatamente, ma si conta di poterlo completare entro la fine della mattinata di LUNEDI' 19 SETTEMBRE o al più tardi nel pomeriggio del giorno stesso, salvo impedimenti tecnici al momento non prevedibili.
Appena l'aggiornamento sarà stato reso disponibile una nuova comunicazione in merito, dando conferma dell'avvenuto aggiornamento.
 
Alla luce delle considerazioni sopra effettuate è VIVAMENTE CONSIGLIABILE che nella giornata di LUNEDI' 19 SETTEMBRE SIA SOSPESA l'ATTIVITA' DI FATTURAZIONE ATTIVA E PASSIVA IN CIA, fino a quando l'aggiornamento non sarà stato completato, al fine di evitare di dare luogo a registrazioni, con IVA al 20%, non corrette secondo la nuova normativa.
 
Anticipiamo anche sinteticamente in che cosa consisterà l'aggiornamento:
- saranno creati dei nuovi codici IVA (con aliquota 21%), per ogni tipologia attualmente esistente di codice IVA al 20%. Per semplicità i nuovi codici IVA saranno codificati con lo stesso codice degli attuali codici IVA 20% con l'aggiunta della lettera 'A' alla fine. Ad esempio siccome il codice IVA 'I302' identifica la tipologia di IVA al 20% ordinaria di tipo commerciale, il corrispettivo codice con aliquota 21% sarà codificato come I302A, e così via per tutti gli altri codici IVA interessati.
- Da notare che gli attuali codici IVA al 20% NON saranno, almeno in un primo momento, disabilitati, in quanto la normativa prevede un periodo 'transitorio', in cui determinate operazioni, non ancora completate all'atto dell'entrata in vigore del decreto, siano ancora fatturate con l'aliquota del 20%.
- Saranno aggiornate automaticamente le tabelle 'bene / servizio' e provente in modo che sulle tipologie che prevedevano l'IVA 20% sia adesso prevista l'IVA 21%.
- Si modificherà anche sui compensi a professionisti, l'aliquota IVA proposta automaticamente, che non sarà più quella del 20% bensì quella del 21%.
 
Data la 'convivenza' per un certo periodo dei codici IVA al 20 e al 21%, occorrerà grande attenzione nella registrazione delle fatture attive e passive, per assicurarsi che sia sempre selezionato il codice IVA corretto. In particolare il problema si porrà su quelle fatture attive o passive generate da ordini o contratti registrati a suo tempo con aliquota IVA 20%, che erediteranno quindi sulla fattura il relativo codice IVA, che nella maggior parte dei casi dovrà essere modificato con il codice IVA al 21%.
 
Nel caso ci fossero novità sulla tempistica di entrata in vigore del decreto sopra indicato, avremo cura di inviare una nuova comunicazione in merito.